Free blog counters Creare un sito : 5 errori da non commettere assolutamente - Digitall Money

Creare un sito : 5 errori da non commettere assolutamente

creare un sitoCreare un sito  é una di quelle cose che se non fatte bene sin dal principio non serve proprio a nulla. Creare un sito professionale e che funzioni é un insieme di tecniche da eseguire nel modo giusto, altrimenti si vá in contro a problemi di cui in principio, senza aver la giusta consapevolezza, studio ed esperienza, non ci si accorge.

Sai, quando inizi a fare una cosa dove vuoi sempre migliorare, tendi a mantenerti aggiornato ogni giorno per imparare cose nuove.

Il problema in questo settore é che se in parte non sei giá ” imparato ” rischi di accorgerti troppo tardi degli sbagli commessi, sí quel tipo di sbagli che per risolvere ti occorrerebbero intere settimane, senza considerare intere vagonate di lettori e profitto persi, per contenuti poco interessanti, totale assenza nelle prime posizioni Google, caricamento pagine troppo lento, etc….

La lettura di questo post ti serve per ottenere quelle basi necessarie ad evitare di incombere in questi errori.





In questo articolo parleremo su come evitare di :

  1. scegliere gli strumenti sbagliati e non produttivi per la nostra attivitá online
  2. avere contenuti non ottimizzati SEO e dimenticati da Google
  3. avere link lunghi e composti male, cosí da modificarli in futuro perdendo il link building fatto fino a quel momento
  4. lavorare senza una corretta ed efficiente strategia
  5. non essere presi in considerazione nel settore in cui scrivi

Creare un sito – 5 errori da non commettere #1

Non scegliere gli strumenti giusti

Un sito professionale é composto da :

  1. CMS – il content management system  é il pannello di controllo da dove tu gestisci tutto, ma proprio tutto del tuo sito. Contenuti, post, media, foto, video, aspetto, plugin e software aggiuntivi. Il migliore da scegliere é senz’altro WordPress. Attenzione peró, se vai su Google ne troverai 2, WordPress.com  e WordPress.org. Stai lontano da WordPress.com e leggiti ” Come creare un sitoweb professionale
  2. Hosting – é il magazzino dove risiede tutto ma proprio tutto il tuo contenuto. Quando viene caricata un pagina del tuo sito, tutto il materiale per comporla viene prelevato da questo magazzino. Ecco perché ti serve un hosting veloce, in quanto le tue pagine devono caricarsi sotto i 3 secondi. I numeri sono chiari, il 40% dei lettori lascia il tuo sito se caricato in piú di 3 secondi. L’hosting piú veloce in assoluto é Siteground  ( quello che usiamo noi ). Leggi ” Miglior Hosting WordPress ” su come ottenerlo. Una volta fatto l’account in Sitegorund leggiti ” Come installare WordPress.org su Siteground
  3. .Tema – é l’abito del tuo sito e oggi anche l’apparenza conta. Uno stile poco interessante, poco fluido e poco responsive faranno scappare i tuoi lettori in men che non si dica. Un tema WordPress deve anche essere constantemente aggiornato e ottimizzato SEO per le posizioni Google. Il milgior tema WordPress é Avada di Themeforest. A tal proposito leggiti ” Miglior tema WordPress “

Queste sono cose che purtroppo impari nel tempo, come é proprio successo a me. Non ti dico il tempo che ho perso per sistemare tutto rischiando di perdere anche qualche dato nel trasferimento del dominio da WordPress.com a Siteground.

Tu grazie a questo post lo puoi evitare. Fanne buon uso e fammi sapere come andata quá nei commenti.


Creare un sito – 5 errori da non commettere #2

Non creare contenuti ottimizzati SEO

Ricorda sempre che per far crescere la tuá attivitá on line, devi essere sempre nella prima pagina della ricerca Google.

Se non lo sei, online non sarai mai nessuno. Cruda veritá!!

Ecco che quá entra in gioco la SEO ( search engine optimization ), ovvero l’insieme delle tecniche per far piacere i tuoi contenuti a Google e di conseguenza portati nelle prime posizioni.

Ma in cosa consiste questa SEO ?

  1. scrittura post – Come scrivere un articolo SEO
  2. uso della la parola chiave – Come fare SEO
  3. ottimizzazione immagini –  Yoast : il plugin obbligatorio per fare SEO
  4. livello di visualizzazioni e condivisioni. Piú alto é e piú Google riterrá i tuoi contenuti idonei. – Funnel : imbuto di marketing 

Non preoccuparti, c’é un plugin che lo puó fare per te. Questo plugin é Yoast ( vedi link punto 3 su come usarlo e soprattutto installarlo ) che semplicemente con un semaforo rosso ti dice cosa nel tuo post non vá. Correggi per farlo diventare verde e il tuo post é ottimizzato SEO. Con tanta pratica i tuoi post partiranno giá con il semaforo verde.


Creare un sito – 5 errori da non commettere #3

Non ottimizzare il tuoi link

Il link é un passo molto importante, se sbagli qua si sgretola tutta la costruzione della tua macchina perfetta.

In ogni post che scriverai, un pratica molto importante é il link building. Ricorda che hai un intero sito a disposizione. Linkare altri post del tuo sito contribuirá all’incremento delle visualizzazioni di altri post con lo stesso visitatore.

WordPress.org in particolare ha un impostazione da settare prima di partire a fare tutto. Come vedi nell’immagine digitallmoney.com é impostato su nome articolo, perché Google vuole vedere la parola chiave, non ché titolo del post, nell’indirizzo subito dopo il dominio.

Se non setti subito questa impostazione i tuoi contenuti non saranno mai nelle prime posizioni Google e sopratutto se te ne accorgerai dopo che avrai giá scitto una cosa come 50 post con un buon lavoro di link building, dovrai andare ad aprire tutti i post per modificarne l’indirizzo.  Un lavoraccio!!!

Guarda l’esempio di Google di uno degli articoli di digitallmoney.com.

L’articolo Cos’é un blog ? ha l’indirizzo  http://digitallmoney.com/cose-un-blog/ e la parola chiave o keyword del post é appunto cos’é un blog, ovvero quello che é anche scritto nella barra di Google. 

Se l’impostazione su permalink sarebbe stata data e nome l’indirizzo sarebbe stato http://digitallmoney.com/anno-mese-giorno/cose-un-blog/ e per Google non sarebbe stato affatto un bene.


Creare un sito – 5 errori da non commettere #4

Non avere la giusta strategia

La maggior parte delle persone, sopratutto quelle alle prime armi, pensano che basti avere un sito, essere sui social ed il gioco é fatto.

Assolutamente sbagliato!!

Una volta che il lettore arriva su una delle tue pagine trovate come risultato della ricerca di Google deve :

  1. essere interessato e coinvolto a leggere fino alla fine il tuo articolo
  2. cliccare sui link forniti nell’articolo
  3. condividere sui social
  4. aver trovato soluzione al suo problema in modo che ritornerá direttamente sul tuo sito la prossima volta che ne avrá un altro
  5. scaricare il tuo Freebie, report o guida gratuita e registrarsi alla tua newsletter
  6. una volta registrato e trasformato in Lead, il lettore deve essere nutrito ed educato per essere portato all’azione e cosí trasformato in cliente.                   Al riguardo leggiti in quest’ordine :

Questa e solo questa é l’unica strategia vincente che puoi adottare ed in questo modo avrai :

  1. un continua fase di crescita ( building ). I tuoi contenuti devono essere davvero interessanti e portare soluzione. Inoltre devono avere delle call to action ( CTA ) per portare il lettore a scaricare il tuo Freebie per poi registrarsi alla tua newsletter e per condividere sui social.
  2. una lista di persone sempre in crescita a cui mandare i tuoi nuovi contenuti 
  3. traffico in costante crescita assicurato per la ricerca Google ( ti ricordo che se hai poche visualizzazioni e poche condivisioni, Google non ti considera nemmeno di striscio )
  4. costante crescita dei social

Una volta che il sistema di produzione Lead é rodato, passi al Lead Nurturing, per poi portarli lá dove tu hai profitto :

  • click e acquisto dei servizi cui tu sei affiliato e pagato a commissioni  ( un esempio é Amazon, leggi ” Come guadagnare con Amazon ”  e poi vai nel menú ” Come guadagnare con… ” )
  • acquisto dei tuoi infoprodotti, corsi online, viedeo corsi, ebook, podcast, etc……

Creare un sito – 5 errori da non commettere #5

Non essere il numero nel settore che scrivi

Nel settore in cui dici la tua online, avrai una spietata concorrenza. Ricorda che il mondo del web é vasto e sopratutto libero.

Ma questo ci fá anche capire che le gabbie sono aperte e purtroppo ci sono proprio anche cani e porci. 😉 ( scusami i termini ma al momento non mi veniva in mente altro )

Ma comunque quei 4 o 5 che saranno sempre nelle prime posizioni Google li troverai e per diversi motivi :

  • scrivono da piú tempo, dunque hanno semplicememte avuto piú tempo per costruirsi. Puoi comunque velocizzare la tua crescita in SERP con AdWords, ma sempre che il tuo sito lavori bene come percorso di Funnel. Anche perché se usi AdWords per portare ordate di visualizzazioni, ma poi i lettori si stufano dopo due secondi, vuol dire che i tuoi contenuti fanno letteralmente schifo e il tuo sistema di CTA ( call to action ) per condivisione e Lead non funziona per niente. Ricorda sempre  ( anche se l’avró giá ripetuto piú volte, ma questo concetto ti deve entrare in testa!! ) che se non sei interessante e anon pplichi una buona strategia di Funnel per trasformare il lettore in Lead, puoi anche fare a meno di iniziare
  • hanno piú esperienza nel saper scrivere e comporre un articolo in modo da non appensantire la lettura, bensí rendendola fluida e piacevole in modo che il lettore finisca la sua lettura senza accorgersene. Leggi Come scrivere un articolo SEO
  • sono piú documentati. Leggi e impara dal nemico. Leggi i contenuti dei tuoi concorrenti, documentati e cerca di rendere i tuoi contenuti piú ricchi, piú friendly e piú UTILI. Porta la miglior soluzione nel miglior modo e sarai l’indiscusso numero uno. 

Creare un sito – 5 errori da non commettere #6

Conclusioni

Allora, come avrai capito creare un’impresa online che funzioni é molto creativo, ma con delle basi ben precise.

Questi 5 errori da evitare hanno il fine di renderti piú consapevole di quello cui potresti andare in contro in futuro. Avendoli giá commessi di persona, con questo post tu li puoi evitare, leggendoti anche una guida piena di tecnica ed esperienza.

Metti in pratica subito :

  1. la scelta del guisto CMS, Hosting e Tema
  2. l’ottimizzazione SEO
  3. ottimizzazione link
  4. la strategia piú giusta per il tuo sito
  5. la miglior qualitá contenuti sulla piazza

Ti devo chiedere un favore..!!!!

Se queste 1700 parole ti sono state utili condvidile!! Per te un semplice click, per me e il mio team una grande soddisfazione!!!

Ora ti saluto e alla prossima!!! 😉

Per qualunque domanda e dubbio scrivi qua sotto nei commenti, ti risponderó subito. 😉

Oppure dimmi la tua e conosciamoci..

Manuel & Digitallmoney team.

perché aprire un blog